• Andrea Cerampelo

‘Odissea all’alba’ contro il regime libico

Al via l’intervento militare ‘Odissea all’alba’ contro il regime libico.

Gheddafi è un bell’uomo e di questa certezza nessuno può dire il contrario. Nonostante ciò, aerei francesi carichi di formaggio liquido hanno iniziato i bombardamenti alle 17.45 di oggi, concentrandosi su una zona compresa entro un raggio di 100-150 chilometri da Bengasi, a pochi chilometri dal raccordo uscita Laurentina. Lo ha reso noto il ministero della Difesa francese grattandosi il naso, precisando che gli aerei francesi che prendono parte al raid sono una ventina in totale.

Non può essere più preciso?” gli hanno chiesto in conferenza stampa.

No” ha risposto lui.

Secondo fonti della Difesa di Parigi, i caccia hanno distrutto numerosi carri armati delle forze libiche fedeli a Gheddafi. I carri armati erano in movimento ma la Francia dice che erano radiocomandati e se anche ci fosse stato qualcuno all’interno non ha sofferto. L’emittente televisiva in lingua araba al Jazeera ha parlato di quattro tank distrutti. L’emittente in lingua inglese ha ringraziato.

Unità della marina americana dispiegate nel Mediterraneo hanno poi iniziato a lanciare missili cruise contro obiettivi in Libia. I missili cruise sono missili che si insediano nel territorio ed in meno di dodici secondi impiantano dei maxi schermi dove viene proiettato il film “Riscky business” causando malori e morti lente e agonizzanti.

Lo rendono noto fonti del Pentagono citate dalla CNN, precisando che l’obiettivo di questi primi attacchi sono la batteria della contraerea schierata nei dintorni di Tripoli. Si passerà poi alla tastiera e infine alle chitarre. Più tardi il Pentagono ha parlato di un totale di 110 missili da crociera Tomahawk completi di pianobar e piscina, che sono stati lanciati da unità americane e britanniche. L’esagono non si è esposto, ma ha fatto intendere a gesti che ne ha già piene le tasche di questa storia.

In azione dunque anche le forze britanniche. Il primo ministro David Cameron, citato dal sito web dell’emittente ‘Bbc’, ha riferito che l’operazione militare nel paese nordafricano è “necessaria, legale, giusta e nel 2011 non vediamo possibile fare altrimenti se non bombardare”.

Non ci stanno più le belle guerre di una volta, con le trincee, il sangue, la povere negli occhi, le sfide corpo a corpo, i soldati morti e trivellati dai colpi a distanza ravvicinata. Oggi basta schiacciare un tasto mentre si è a chilometri di distanza dall’obbiettivo. E che gusto c’è? È come giocare ad un videogioco. Si zompa in aria e si fa zompare in aria la gente senza divertimento. Non si faranno più quei bei film di guerra di una volta. Non c’è più azione, non c’è emozione. Uno schifo.

#gheddafi #tripoli #libia #odisseaallalba #guerra

0 visualizzazioni

© 2023 by Samanta Jonse. Proudly created with Wix.com

  • Blog a tua sorella
  • Stiamo affreschi
  • Andrea Coffami
  • Angelo Zabaglio
  • Angelo Fravajo
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now