• Andrea Cerampelo

Trucchi per svegliarsi bene

.

C’è chi si sveglia al mattino alle sei, chi a mezzoggiorno, chi lavorando di notte si sveglia alle quattro, c’è perfino chi un bel giorno non si sveglia più. Fatto è che svegliarsi bene aiuta a vivere meglio il resto della giornata, eccomi quindi qui per voi a segnalarvi i 5 metodi ottimali per un buon risveglio.

.

Udito

La musica al risveglio è un buon espediente per iniziare la giornata nel verso giusto: provate a programmare degli mp3 selezionati affinché il vostro cervelletto inizi a ballare e sorridere pian pianino. Il cervelletto si scatenerà come Tony Manero in pista ed inviterà il vostro cervello ad unirsi: lui accetterà facendovi svegliare con un sorriso ebete. Di seguito, tre brani consigliati da inserire nel vostro lettore come sveglia. Clicca sopra, ascolta, scarica ed inserisci nel tuo lettore mp3.

1 – Io non sono Riccardo

2 – Hovogliadisbu

3 – Ricordo di casa mia

.

Olfatto

E’ il più potente dei sensi ma spesso è sottovalutato e magari uno preferisce il tatto, perché siamo un po’ tutti come San Tommaso. Sarebbe stato bello che San Tommaso avesse detto: “Non credo se non odoro” mettendosi ad annusare il corpo di Gesù risorto. “Puzza un po’, però mi sa che è proprio vivo” avrebbe detto agli altri apostoli. Fatto è che per svegliarvi sfruttando il metodo olfattivo avrete bisogno o della tecnologia o di una serva. Essendo la tecnologia una cosa più popolare, acquistate una macchinetta del caffè elettronica con orario di accensione alle ore 07:30, in modo che il vostro risveglio in casa sarà riempito dall’aroma del Lavazza o del Kimbo (questo poi dipende dai gusti). Per i più viziosi consiglio anche l’accensione automatica di un fornetto sincronizzato con all’interno rimanenze di cena (lasagna, polpette o puttanesca sono ottimali) al fine di svegliarsi come in una trattoria di quartiere. Se avete una serva stipendiata, ordinatele di venire in camera con una parannanza per chiedere le ordinazioni. La questione olfatto è però solo un’illusione, potrete ricreare ogni tipo di ambiente grazie ad incensi, infusi, profumi, ma tanto il tutto andrà via non appena entrerete in bagno per fare la cacca. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia.

.

Tatto

E’ sbagliato però pensare che il tatto non possa essere un buon alleato nella lotta per un buon risveglio. La scelta di un pigiama non è cosa da prendere sottogamba. E’ preferibile il lino ed il cotone, tutto il resto è cacca buuuuu. La cosa ottimale sarebbe dormire nudi con solo due gocce di sudore, con affianco un secondo corpo (naturalmente ogni corpo dovrà avere un corpo al suo fianco), in modo da scaldare la propria pelle con la pelle altrui ed iniziare la giornata con sfioramenti, baci, coccole, petting leggero al fine di riattivare la circolazione sanguigna in maniera piacevole, naturale e macrobiotica.

.

Gusto

Cunnilingus mattutino giusto per rifarsi un po’ la bocca e fellatio leggera al sapor di vaniglia sono ottimi espedienti per un buon risveglio. Poi c’è la colazione che come disse Tina Pica “è il pasto più importante della giornata”, ma doverla mettere insieme al mattino, ancora semi-addormentati, non può che impoverire la preparazione. Meglio allora pensarci la sera, prima di andare a dormire. Riempitevi quindi la tazzina di caffè, metteteci pure un biscottino dentro, scaldate il cornetto nel fornetto Mulino Bianco e preparatevi il cappuccino con tanto di cacao sopra. Così avrete già tutto bello pronto al mattino. Per chi ha proprio tanta fretta consiglio di fare colazione la notte stessa, prima di coricarvi, risparmierete così ben dieci minuti al mattino ed avrete più tempo per fare la cacca.

.

Vista

I colori sono fondamentali. Recenti studi medici sul sonno, consigliano di dipingere le pareti color rosso sangue, ma non con la vernice, bensì utilizzando conigli sgozzati. Unica pecca è la puzza stantìa che andrà via solo dopo due settimane.

Se il risveglio continua a essere traumatico, forse c’è qualcosa di sbagliato nel vostro modo di essere come entità su questa terra. Unico rimedio è il sonno eterno. Ma nooo, stavo scherzando!

Arcobaleno, parete dipinta di giallo, verde, colori allegri e giocherellosi, in alternativa, quadri futuristi, poster di film o di Madonna in pose sexy, Ricky Martin in canotta che vi guarda come stesse dicendovi: “Dai tesoro, tiratelo fuori che mi piace tanto”. Cosa importante e vitale è che l’ordine delle cose e dei colori nella vostra stanza da letto cambi ogni tot di giorni: nulla è più deprimente di un risveglio sempre uguale all’altro. Perciò, cari amici, ogni due mesi cambiate disposizione dei mobili, colore alle pareti, buttate i vecchi quadri e compratene altri. Altrimenti un bel giorno vi sveglierete accanto al vostro fucile da caccia pensando: “Diomio che palle questa vita, sempre tutto uguale”. Ed io avrà perso un lettore, e questa cosa proprio non mi andrebbe giù.

.

.

#recentistudi #tinapica #insonnia #udito #coffami #olfatto #gusto #tatto #studisulsonno #sensi #vista #trucchipersvegliarsibene

0 visualizzazioni

© 2023 by Samanta Jonse. Proudly created with Wix.com

  • Blog a tua sorella
  • Stiamo affreschi
  • Andrea Coffami
  • Angelo Zabaglio
  • Angelo Fravajo
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now