• Andrea Cerampelo

10 METODI PER RICONOSCERE UN BLACK BLOCK IN BORGHESE

I black Block sono in mezzo a noi, quando sono in borghese non puoi riconoscerli, ma ecco i trucchi per capire se dietro quella persona o quell’altra si nasconde un black block, o se addirittura non sia lui stesso un black block e non quello che si celava dietro di lui. Comunque ricordate: Il blackblock è indignato, ma non è un indignato.

La blackblock in borghese come suoneria del telefono imposta nel 92% dei casi un brano di Laura Pausini.

Il black block in borghese la domenica compie i suoi doveri coniugali. Anche se è a casa da solo.

Se ti trovi nell’ascensore di un palazzo con altre persone e senti una puzza di gatto morto, vuol dire che qualcuno ha scoreggiato. Nella maggior parte dei casi è stato il blackblock in borghese.

Pochi sanno che durante le manifestazioni i blackbloack in borghese possono apparire come innocenti fanciulle di dodici anni. La trasformazione in blackblock avviene solitamente in una cabina telefonica.

In alcuni casi basta che si levino gli occhiali da vista.

Il black block in borghese quando arriva a casa posa il tesserino affianco le chiavi di casa. Alcune sere si rivede il dvd di Serpico e si esalta come stesse leggendo Harry Potter.

Il blackblock in borghese è nella metro davanti a te pensieroso. Pensa a tutto tranne al fatto che non percepisce stipendio sebbene venga utilizzato come autore di innumerevoli talk show politici.

Quando sei in fila alla cassa dell’iperCoop, la persona davanti a te è un blackblock in borghese.

Se sei da solo è il cassiere.

Se vai alla cassa self-service e stai comprando una spranga allora sei tu.

A differenza del blackblock in azione, il blackblock in borghese se si accorge che la sua auto è accesa magari tenta di spegnerla.

Se durante un concerto di Gigione incontri un ragazzo che t’invita a casa sua unicamente per mostrarti la sua collezione di buste da lettera vuote, stai attenta perché potrebbe essere un blackblock.

#sangiovanni #manifestazione #guerriglia #indignati #coffami #roma #blackblock

0 visualizzazioni

© 2023 by Samanta Jonse. Proudly created with Wix.com

  • Blog a tua sorella
  • Stiamo affreschi
  • Andrea Coffami
  • Angelo Zabaglio
  • Angelo Fravajo
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now